SnowPark e SlowSki: le novità a Cortina

0 Flares 0 Flares ×

Conto alla rovescia a Cortina per l’apertura dello Snowpark di Socrepes, la nuova area sciistica interamente dedicata agli amanti della monotavola e del freestyle. Lo snowpark verrà inaugurato lunedì 3 gennaio sulle nevi della pista San Zan. Snowbordisti e sciatori freestyler avranno così a disposizione anche nella Regina delle Dolomiti un tracciato interamente dedicato a chi vuol sbizzarrirsi con box, rail, bonk, wall ride, tree bonk e kiker fun box, ovvero tutte le discipline dello sci adrenalinico apprezzato soprattutto dai giovanissimi. Un progetto reso possibile dalla collaborazione sviluppatasi tra le società degli impianti di risalita cortinesi, i maestri e le scuole di sci, i noleggi e i negozi di attrezzature sportive.

Situato all’interno del comprensorio delle Tofane, in località Socrepes, nella storica pista San Zan, lo snowpark è lungo 500 metri, servito da una seggiovia quadriposto, ed è diviso in due aree di diversa difficoltà: una easy line, dedicata ai più piccoli o a coloro che vogliono imparare a fare salti ed acrobazie sulla neve; una media line per i più esperti. Questi ultimi potranno trovare un Super Box Kink di 4 metri piano e 4 metri discesa, un T-Box di 3 metri, un Rail Tubo di 3 metri, Bidoni Bonk-Wall Ride di 3 metri per 2, ed infine un Tree Bonk con Spina – Kiker Fun di 8 per 10 metri

Per gli appassionati dello sci, è venuto il momento di far scattare gli attacchi e lanciarsi in picchiate. È utile, dunque, fare una panoramica parlando di skipass, prezzi, agevolazioni e novità. Restano stabili i prezzi dei giornalieri 37 euro per sciare ad Arabba così come nella più esclusiva Cortina mentre aumentano rispetto all’anno scorso quelli degli stagionali: il Dolomiti Superski costerà infatti 660 euro anziché 630, fino al 24 dicembre, per salire a ben 720 dopo Natale. «Questo aumento – spiega Gianfranco Talamini, responsabile ufficio skipass Cortina e San Vito – è dovuto anche al fatto che da quest’anno si è aggiunta al circuito la località di Padola, portando i chilometri di piste sciabili a oltre 1200».

L’unica speranza che rimane a chi vuol evitare il salasso è quella di rientrare in una delle agevolazioni previste. Oltre alla promozione «prima neve», attivabile dagli ospiti degli alberghi convenzionati della Regina delle Dolomiti, si segnala la gratuità per i minori di otto anni che utilizzano gli impianti, oltre che cortinesi, sul Civetta ed il Verena. E ancora, skipass combinabili a giornate e intercambiabili tra un genitore e l’altro e, novità di quest’anno, la «promozione famiglia» che permette ad uno dei due genitori di un minore di 16 anni di avere lo skipass al prezzo di quello «junior» del figlio.

Intanto lungo la pista Vitelli del Faloria si è inaugurata la vera novità di quest’inverno, la prima pista «slow ski». A bordo dell’ex tracciato di Slalom Gigante dei Giochi Olimpici del 1956 sono state create delle zone relax, da dove si può ammirare il paesaggio, godere dell’impareggiabile splendore del Monte Cristallo e, più lontane, delle Tre Cime di Lavaredo. «Partendo dai 2.356 metri dei Tondi si possono raggiungere i 1.744 metri di Pian de Ra Bigontina in pochi minuti, ma perché non prenderla con più calma e gustarsi il panorama?» si chiede Enrico Ghezze, amministratore della Funivia Faloria.

(fonte: Corriere del Veneto)

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 Email -- 0 Flares ×

Tags: slowski, snowpark, socrepes

Comments are closed.




0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 Email -- 0 Flares ×