SLOW E FREE, VA IN BIANCO LA PASQUA AMPEZZANA

0 Flares 0 Flares ×

SLOW E FREE, VA IN BIANCO LA PASQUA AMPEZZANA

inverno2012 033

120 chilometri di piste e 180 cm di neve in quota attendono a Cortina chi desidera trascorrere una Pasqua bianca. In versione slow, per chi sceglie un soggiorno in malga da abbinare a ciaspolate e sci nordico nel Parco Naturale delle Dolomiti d’Ampezzo. Anima free invece se si opta per

discese in slittino in notturna, ski safari e vie ferrate invernali.

Speciali pacchetti vacanza a partire da 330 euro www.cortina.dolomiti.org

 

Cortina d’Ampezzo, 04 marzo 2013_ Sciare a Pasqua? Yes, you can. Dal 29 marzo al 1 aprile, a Cortina d’Ampezzo è ancora tempo di weekend bianchi da trascorrere sulle piste innevate, tra ritmi slow e attività outdoor che tengonocon il fiato sospeso.

Sport all’aria aperta ma con approccio soft, per una full immersion nella natura. Scivolando lentamente nel Parco Naturale delle Dolomiti d’Ampezzo, gli amanti dello sci nordico avranno a disposizione un’area di 11.000 ettari che, confinando con il Parco di Fanes-Sennes-Braies, forma un comprensorio di circa 37.000 ettari. In tecnica libera o classica si potrà conoscere uno dei quattro parchi regionali del Veneto disturbati dal solo scricchiolio degli sci. Per assaporare appieno il lusso del silenzio, grandi e piccini potranno cimentarsi anche in escursioni sulle ciaspe, in luoghi vergini e “off-line” dove i rumori della tecnologia lasciano il posto al solo suono della natura.

E per gli amanti dello sci, nella sua versione più classica, a disposizione120 km di piste, perfettamente innevate. E quando il sole di primavera splende alto nel cielo, all’attività sportiva si può abbinare un’invidiabile tintarella. Suggestiva la Pista Vitelli, nella ski-area Tondi-Faloria: qui lo scii magicamente rallenta e da sport diventa spettacolo panoramico, grazie a speciali points view allestiti lungo il percorso con soste e tappe rigeneratrici.

I buongustai potranno concedersi una sosta golosa a Il Piccolo Brite, il caseificio che El Brite de Larieto (www.elbritedelarieto.it) ha aperto proprio questo inverno. A tre chilometri dall’agriturismo ha anche un corner di vendita al pubblico: una vera e propria boutique del formaggio, dove oltre a ricotta, yogurt, burro di malga, formaggio grigio e “contadino” si possono trovare salumi di produzione propria, vino e cioccolata artigianale. Il latte – rigorosamente a chilometro zero – proviene dai pascoli di Larieto, poco distanti dall’antico Brite. Ecosostenibili anche le strutture di produzione: l’energia viene prodotta da un impianto fotovoltaico a cui si aggiungono i pannelli solari per il riscaldamento dell’acqua della caldaia. Lo stesso calore dei macchinari è recuperato a sostegno dei pannelli solari.

Tappa consigliata per riprendere fiato Malga Peziè de Parù (www.peziedeparu.it),a 1.535 metri di quota,a soli cinque chilometri dal centro di Cortina, nel bel pascolo di Pezié de Parù, vicino alla strada che da Pocol sale al Passo Giau. Abbracciato dalla Tofana de Ròzes, Cinque Torri, Ciadenes, Antelao, Sorapis e Cristallo, è un accogliente rifugio dove poter apprezzare le specialità della cucina locale (preparate dallo chef ampezzano doc). In particolare molto richieste sono le grappe allo zenzero, al cumino e ai mirtilli. Da qui sono comodamente raggiungibili i comprensori sciistici della Tofana e del Falzarego (circuito Dolomiti Superski) e le palestre di roccia delle Crèpe de Ucèra e delle Cinque Torri. In occasione di Pasqua propone un pacchetto soggiorno di 3 notti per 2 persone a partire da 330 euro (prima colazione inclusa) e su richiesta uno sconto del 15 per cento sul pranzo del 31 marzo. Per info e prenotazioni: www.cortina.dolomiti.org

Dallo snowboard al freeride, passando per discese in notturna in slittino, l’adrenalina non mancherà. In località Guargné, a Mietres, una speciale pista slittini lunga un chilometro permette emozionanti discese con gli snow bob, da noleggiare in loco. Inoltre, su prenotazione, si organizzano cene al nuovo Rifugio Mietres, con salita in motoslitta ed eventuale discesa in slittino. Per sfidare i brividi in verticale, i climber potranno salire – anche con ghiaccio e neve – una via ferrata grazie alle guide alpine di Cortina che organizzano escursioni. Con lo ski safari, invece, si conoscono tradizioni, costumi e lingue dei Monti Pallidi. Le guide alpine propongono tour di cinque giorni in pista, fuori-pista dalle Tofane di Cortina d’Ampezzo al Monte Civetta, dal ghiacciaio della Marmolada al Gruppo del Sella. Di Dolomiti Ski Rock, invece, l’itinerario Cortina-Lagazuoi-Tofane-Cristallo. Programma: la mattina si scia nell’area delle Cinque Torri, Lagazuoi-Tofane, con colazione in rifugio. Il pomeriggio ci si sposta in navetta nell’area del Faloria-Cristallo, per un totale di 140 chilometri di piste e 46 impianti di risalita a disposizione. Trasferimento bagagli e organizzazione logistica puntuale ed efficiente.

L’Hotel Ambra, ilPark Hotel Franceschi, l’Hotel Capannina, l’Hotel Des Alpes, l’Hotel Panda, loChalet Lago Antorno e ilCristallo Hotel Spa & Golf offrono per Pasqua un soggiorno di 4 notti per 2 persone a partire da 480 euro (prima colazione inclusa). Info e prenotazioni su www.cortina.dolomiti.org

Con la speciale proposta SUPER SUN 2013 del Dolomiti Superski è possibile sciare al sole di di primavera con la formula del 7=6 o 6=5, per il soggiorno, lo skipass, i corsi di sci o snowboard ed il noleggio dell’attrezzatura a partire da € 540,00 (dal 16/03 a fine stagione).

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 Email -- 0 Flares ×

Comments are closed.




0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 Email -- 0 Flares ×