La Cooperativa di Cortina, il piacere di fare slow-shopping

0 Flares 0 Flares ×

di Laura Vestrucci                                                                                                                       [Seconda parte]                                                                                                                                        Se non si entra per un acquisto programmato, ci si muove anche con lentezza, si vuole entrare in un’atmosfera e osservare le migliori offerte della stagione nei vari reparti. Per molti anni il passaggio alla Cooperativa a fine estate coincideva con l’acquisto di quaderni per i primi giorni di scuola, per il diario e anche del grembiule che si trovava in un modello che piaceva ai figli. La sosta al reparto giochi non era di quelle brevi, anzi prevedeva più di un passaggio prima di decidere.
A fine stagione sia di quella estiva, sia di quella invernale sono buone le occasioni nel reparto scarpe e ho ancora in qualche armadio un paio di durevoli stivaletti Sanbabiline e scarpe per il comodo walking o per il running, ma anche qualche piccolo attrezzo per il fitness domestico o un complemento di arredo per riporre piccoli oggetti. Se si ha la possibilità di entrare alla Cooperativa in orari un po’ fuori dai canonici, in estate ad esempio nelle ore tipiche dell’escursione, si può anche ottenere la consulenza delle responsabili della vendita,soprattutto nel reparto dei tessuti. Questo è forse quello più frequentato, dopo quello alimentare, perché vi si trova tutto quello che di tipico si vorrebbe avere nelle proprie case per ricordare il soggiorno a Cortina. I cuscini già confezionati, o la sola federa, disegnati e stampati nelle classiche scene di natura o del mondo animale della montagna. I personaggi umani in posizioni e in costumi tipici sono anch’essi stampati o ricamati sui cuscini o sui grembiuli da lavoro o nei canovacci e grembiuli da cucina. Tra i tappeti e tappetini  si trovano quelli in lana di pecora spessi e morbidi. E tra gli scampoli di tessuti la scelta è molto varia e di buon prezzo. Ah, non bisogna dimenticare i piumini e i copri piumini, le tendine già confezionate. E non si può perdere la bella disposizione delle passamanerie e dei nastri. Da qualche anno, la direzione della Cooperativa ha concentrato tutto ciò che riguarda la casa, arredo, complementi e tappezzeria in un nuovo punto vendita dotato di un ampio parcheggio, in località Pian del Lago a circa 3 km dal centro città in direzione San Vito di Cadore. Qui, al piano terra, sono stati ricreati ambienti di living ricchi di proposte interessanti che variano nelle diverse stagioni (nel periodo natalizio l’ambiente è quanto mai suggestivo).Ma tornando ai locali storici di Corso Italia, possiamo ancora spostarci nei reparti dell’abbigliamento sportivo uomo e donna dove le migliori marche sono disponibili per una clientela esigente come quella che frequenta abitualmente Cortina, ma non è impossibile scegliere un capo di qualità anche a prezzi accettabili dai più. Quando si torna al piano terra prima di uscire, se non si è già fatto , sono consigliate due soste una presso l’ edicola-libreria per acquistare una rivista o un libro che ci documentino su qualche aspetto della vita sulle dolomiti ampezzane, l’altra nel reparto profumeria, dove oltre alla marche più note, si trovano anche i prodotti per la cura della pelle in una linea naturale ideata da un medico del luogo.

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 Email -- 0 Flares ×

Comments are closed.




0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 Email -- 0 Flares ×