L’assalto delle comparse a Cortina: quasi un migliaio ai provini

0 Flares 0 Flares ×

Il set del nuovo cinepanettone, che ha scelto Cortina come location per festeggiare le nuove «Vacanze di Natale», è una perfetta vetrina per le numerose comparse che aspirano a una vita da star. Questo almeno è quanto si respira vivendo una giornata accanto a loro. Quasi un migliaio di provini per il film prodotto dalla Filmauro di Aurelio e Luigi De Laurentiis e diretto da Neri Parenti, con la co-sceneggiatura dei fratelli Carlo ed Enrico Vanzina, che non lascerà la Regina delle Dolomiti fino a metà novembre. Ciascun aspirante comparsa attende la chiamata della produzione, che giorno dopo giorno decide in base alla necessità della scena chi chiamare, uomo, donna ed età.

È curioso pensare che la maggior parte dei «provinati» non sia di Cortina, e che molti di loro provengano addirittura da Roma. La produzione chiama e loro si prendono le ferie per salire a quota 1.224 metri, dando la disponibilità di undici ore dal momento del ritrovo con lo staff della produzione. Tutto questo per girare magari solamente una scena che sul grande schermo impegnerà non più di qualche minuto. Lo dicono senza problemi, anzi, se ne vantano perché per loro è importante esserci. Ed esserci significa anche farsi vedere. E così inizia la sfilata degli abiti più improbabili del globo. Mescolati tra chi cerca il proprio attimo di celebrità, c’eravano anche noi. All’entrata dello storico Vip Club sono convocate una cinquantina di comparse, con richiesta di presentarsi in abito elegante. Così c’è chi è arrivato in abito lungo rosso di ciniglia e tacchi vertiginosi e chi l’abito se l’era quasi dimenticato, tant’è che la costumista ha dovuto intervenire per proporre un repentino cambio di vestito ritenendolo «un po’ troppo appariscente».

Accanto alle signore con pellicce dai colori improbabili, che avrebbero impressionato anche l’ermellino più sfacciato ma che dettano il lusso che si confà al gotha ampezzano, alcuni uomini dal bell’aspetto sono vestiti con abiti scozzesi e accostamenti cromatici a dir poco agghiaccianti. Ma che di certo si son fatti notare. Una volta sul set, Neri Parenti arriva e spiega a tutti come muoversi. La scena, ambientata nella discoteca dei vip, prevede che tutti ballino al ritmo dell’intramontabile Maracaibo. Al centro l’attrice protagonista, una modella russa, bionda e con un vestito in pelle e scarpe ghepardate, il cui nome è Olga, deve perdere un monile ballando ed andarsene dalla pista.

Ciak, motore, azione. E anche se la scena sembrava dal veloce svolgimento, si deve ripetere per una ventina di volte. Così le comparse che ad ogni «azione» cercano di farsi notare muovendosi, saltando e sculettando più delle altre. E mentre Olga ha la truccatrice che scena dopo scena le rifà il trucco e le sventola il ventaglio, le comparse iniziano a sciogliersi in un bagno di sudore sotto ai caldi riflettori e alle lucine natalizie della sala addobbata in tema. Dopo due ore di Maracaibo la scena è riuscita e si fa una pausa. Due panini e una bottiglietta d’acqua per ciascuno e tutti ne approfittano per fare una chiamata. Il tono e le parole sono quasi per tutti le stesse: «Sto girando a Cortina… sì tranquillo sono in pausa… è fantastico! ».

Tutti si sentono un po’ star e un po’ importanti. Intanto fuori dal Vip, Neri Parenti, scambia quattro chiacchere con chi lo avvicina e gli chiede di fare una foto, sorride, fuma una sigaretta e pensa alla prossima scena che dovrà slittare al giorno dopo, poiché uno degli altri attori protagonisti, Dario Bandiera, non si è sentito bene e ha lasciato il set per la giornata. Lo staff comunica che le riprese termineranno prima del previsto, e senza perdere tempo si cerca di ingaggiare le stesse persone per il giorno seguente, in modo da ultimare la scena. E c’è chi già pensando a quale altro sgargiante abito indosserà.

Katia Tafner – Fonte: Corriere del Veneto

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 Email -- 0 Flares ×

Tags: Aurelio de laurentiis, Cortina D'Ampezzo, fratelli Vanzina, vacanze di natale, vip

Comments are closed.




0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 Email -- 0 Flares ×