Gerardo Lunatici: Impronte nel tempo. Inaugurazione venerdì 9 febbraio 2013

0 Flares 0 Flares ×

IMPRONTE DEL TEMPO

Gerardo Lunatici tra olii, smalti e disegni riporta alla vita le impronte fossile, custodi del passato che raccontano mondo arcaico e misterioso ma allo stesso tempo concreto e tangibile.

Inaugurazione venerdì 9 febbraio, ore 18.00.

 

I fossili, segni indelebili del tempo, sono al centro della mostra Impronte del tempo dell’artista Gerardo Lunatici, allestita all’interno della Libreria Sovilla, per tutta la stagione invernale.

L’obiettivo: ripercorrere il tempo e la storia con olii, smalti e disegni. Per l’artista «dipingere i fossili è stato un po’ come ripercorrere il cammino che ha portato la natura stessa alla creazione di questi segni indelebili. In primo luogo la stesura della materia e delle polveri; poi il gesto, a far vibrare le forme disponendole come in una danza; infine il colore, a riaccenderne la vita e infondervi il respiro, in una sorta di processo alchemico che trasforma l’informe in ordine, il caos in poesia».

Appuntamento venerdì 8 febbraio per il vernissage ufficiale organizzato da Anthea Eventi in collaborazione proprio con la Libreria Sovillla, uno spazio eclettico che periodicamente ospita eventi ed esposizioni artistiche.

La pittura di Lunatici in si fa più informale e rarefatta, ma non per questo meno intensa e personale. Materia, gesto, colore – i fondamentali dell’azione pittorica – trovano in queste opere una soluzione linguistica di grande efficacia visiva e di non banale impatto emozionale. I fossili, attraverso questa trasposizione artistica, sono restituiti alla vita.

Le impronte fossili, forme organiche impresse nella sostanza minerale, suscitano un effetto plastico di impatto estetico, capace di andare ben al di là del loro, pur alto, valore scientifico. Un mondo arcaico e misterioso ma allo stesso tempo concreto e tangibile.

Portano, infatti, con sé il grande valore del tempo: queste forme di vita, infatti, grazie a circostanze casuali ed eccezionali, sono state fissate per l’eternità nell’attimo della loro morte, trasformate in impronte incancellabili della vita. Il tempo, che solitamente tutto trasforma, qui si è fermato, si è “pietrificato”, cogliendo inesorabilmente l’ultimo guizzo di vita, l’ultimo respiro, che sembra ancora vibrare nella materia. I fossili, in questo modo, hanno dunque sconfitto il tempo e, conseguentemente, la morte.

Un altro motivo di fascino è legato alle loro caratteristiche plastiche e figurative. I fossili sono già in sé opere d’arte, capolavori di scultura e pittura e grafica, realizzate dalla natura. Qui si fondono e compenetrano l’arte e la natura, in una rara sintesi di caso e necessità che diventano “forma”.

Impronte del Tempo

Di Gerardo Lunatici

sabato 8 Febbraio 2013 – ore 18:00

Libreria Sovilla – P.zza Silvestro Franceschi 11- 0436 868416 – www.libreriasovilla.com

Libreria Sovilla

La libreria è un passaggio obbligato per chi passeggia in Corso Italia, da sempre gestita dalla passione della famiglia Sovilla: inizialmente potrebbe sembrare una normale libreria normale, con best seller, novità, i classici e una sezione per i bimbi molto ampia. Ma già salendo le scale si intuisce che si tratta di una vera casa dell’arte e non si può che restare incantati. Al primo piano foto in bianco e nero di Cortina di cent’anni fa, mappe e cartine di tutto il mondo e in tutte le lingue, libri vecchissimi e, naturalmente, le esposizioni temporanee.

L’autore Gerardo Lunatici

Toscano di nascita, emiliano d’adozione, vive e lavora a Lesignano de’ Bagni, sull’Appennino parmense. Insegna Lingua e letteratura italiana in un liceo della città, ma ha sempre affiancato alla sua professione di docente l’attività di illustratore e pittore. Ha collaborato come ritrattista alla Gazzetta di Parma, illustrato libri, realizzato diverse personali di olii e disegni a Parma, Roma, Bologna, Ferrara e Trieste, e ha partecipato a numerose rassegne sia in Italia che all’estero.

Si è dedicato inoltre alla didattica del disegno e ha tenuto conferenze di Storia dell’arte a Parma e provincia.

L’ultima mostra è stata allestita a Parma nell’ottobre del 2012.

Hanno scritto di lui Raffaele De Grada, Gianni Cavazzini, Guido Conti, Stefania Provinciali, Mariagrazia Villa, Enrico Bizzarri.

Legato alla tradizione figurativa, Lunatici dipinge soprattutto ritratti, figure, corpi e animali, reinterpretandoli in chiave poetica e metafisica, utilizzando un linguaggio moderno, originale, forte ed elegante allo stesso tempo, frutto di una lunga e meditata ricerca sulle forme espressive del contemporaneo.

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 Email -- 0 Flares ×

Comments are closed.




0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 Email -- 0 Flares ×