E COSI’ CHE SI FA.CORTINA ANDRA’ IN SCENA A LOS ANGELES. PERCHE’ LA PROMOZIONE VINCENTE E’ QUELLA CHE INTEGRA TUTTE LE ECCELLENZE DEL TERRITORIO.

0 Flares 0 Flares ×

E COSI’ CHE SI FA.CORTINA ANDRA’ IN SCENA A LOS ANGELES. PERCHE’ LA PROMOZIONE VINCENTE E’ QUELLA CHE INTEGRA TUTTE LE ECCELLENZE DEL TERRITORIO.

 

Cortina inizia  il 2013 con  novità che la proiettano oltreoceano, negli Stati Uniti e precisamente nella terra del mito  hollywoodiano, a Los Angeles.

La notizia giunge dal Consorzio Turismo  di Cortina che  mette in rilievo l’importanza di fare progetti di promozione del territorio secondo una strategia di integrazione e di unità. Si parla molto  a livello nazionale della promozione integrata dei territori con vocazione turistica, e con questo si intende il voler far conoscere ai potenziali clienti non solo gli hotel o le altre strutture ricettive, ma anche tutte le attività che su un dato  territorio si possono svolgere  sia per lo sport, sia per il benessere e il relax, e anche le  produzioni tipiche sia dell’enogastronomia, sia dell’artigianato artistico. Anche  un territorio così attraente come la conca ampezzana  dove l’incanto delle Dolomiti, patrimonio Unesco, è da solo motivo sufficiente per  attraversare tutto il paese dalla Sicilia, o valicare le Alpi dai vari confini europei per poterne godere, anche la Regina delle Dolomiti può accrescere la sua fama se riesce a riunire le proprie eccellenze per proporsi al mondo. E la forza di penetrazione è tanto maggiore se si utilizzano quelle forze di presenza che sono già attive sul territorio straniero, come  in questo caso l’Istituto Italiano di Cultura che nella città di Los Angeles conta 6000 iscritti e, insieme ad esso, questo musicista ampezzano, Christian Mariotti che risiede ora nella metropoli californiana. E’ così che si fa. La promozione turistica si avvale sempre di più di queste sinergie tra singoli e consorzi  e questa belle realtà come gli Istituti Italiani della cultura che fin quando avranno fondi per mantenersi attivi,possono e devono essere un veicolo privilegiato per fare conoscere nel mondo  il meglio del nostro paese. Chi scrive sa per esperienza [ho realizzato simili spedizioni in Europa] che l’impegno per la spedizione negli Stati Uniti sarà  notevole, non solo dal punto di vista delle risorse finanziarie,  ma anche per la organizzazione, la logistica, la regia degli eventi, l’organizzazione dei workshop e proprio per esperienza  sostengo che bisogna accettare queste sfide, che tutte le volte che andiamo noi ad incontrare i nostri potenziali clienti nel loro paese ci accreditiamo nei loro confronti e anche aumentiamo il nostro potenziale di creatività e di rinnovamento. Si dice ormai da ogni parte che viviamo in un “villaggio globale” nel quale le distanze sembrano accorciate, quindi si può giustamente decidere di passare i confini, senza attendere che siano gli  altri a farlo verso di noi.  Inoltre  la continua evoluzione delle condizioni di vita  nei diversi continenti è un segnale che i tempi sono maturi per tutti gli scambi positivi. Quindi Cortina andrà a Los Angeles e metterà in scena se stessa, come su un set hollywoodiano.

di Laura Vestrucci

 

 

 

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 Email -- 0 Flares ×

Comments are closed.




0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 Email -- 0 Flares ×