Dobbiaco-Cortina 35ma edizione. La gran fondo sugli sci che unisce Ampezzo e Pusteria conferma la doppia data e la doppia tecnica: il sabato 30 km in skating, la domenica 42 in classico

0 Flares 0 Flares ×

Mancano poco più di due mesi alla Dobbiaco-Cortina, uno degli eventi di riferimento nel panorama italiano, e non solo, delle gran fondo sugli sci. Quella del 2012 sarà l’edizione numero 35 della manifestazione che unisce Ampezzo e Pusteria, lungo il vecchio tracciato della ferrovia che nel tempo si è trasformato in un vero e proprio paradiso per gli amanti dell’outdoor sia invernale (sci di fondo, passeggiate con le ciaspe, escursionismo) sia estivo (trekking e mountain bike in particolare). Un bel traguardo, le 35 candeline, per il comitato organizzatore che negli anni ha visto la fatica e i successi di alcune tra le stelle assolute degli sci stretti, a cominciare da quel Maurilio De Zolt che inaugurò l’albo d’oro (era il 1977) e che seppe imporsi all’ombra di Tofane e Cristallo per ben cinque volte.

L’appuntamento in questo angolo di Dolomiti patrimonio dell’umanità Unesco a cavallo tra Veneto e Alto Adige è fissato per sabato 4 e domenica 5 febbraio prossimi. Nella prima giornata si correrà con la tecnica libera: 30 chilometri da Cortina a Dobbiaco con il via dall’area degli impianti sportivi di Fiames e arrivo al centro del fondo di Dobbiaco. Il giorno successivo spazio agli amanti della tecnica preferita dai nordici, quella classica: in programma ci sono 42 chilometri con partenza dalla piana di Dobbiaco e traguardo all’ombra del campanile della Regina delle Dolomiti. Per chi si cimenterà con il doppio impegno, è prevista la speciale classifica della Combinata.

Le iscrizioni sono aperte. Da rilevare che per chi si iscriverà entro il 15 gennaio ci sarà a disposizione un pettorale personalizzato con nome e cognome. Sempre a proposito di iscrizioni, quota agevolata per chi aderirà alla Dobbiaco-Cortina entro il 28 gennaio.

Coloro, infine, che si iscriveranno entro il 31 dicembre, riceveranno in omaggio un poster autografato dal norvegese Ole Einar Bjørndalen, il re del biathlon che in carriera è stato capace di vincere tutto (16 ori olimpici, 18 ori mondiali e 16 Coppe del Mondo nel suo palmarès) e che da queste parti è di casa avendo sposato l’ex nazionale Nathalie Santer.

Fonte: Bellunopress

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 Email -- 0 Flares ×

Tags: alto adige, Cortina D'Ampezzo, Cortina Dobbiaco, dobbiaco, maurilio de zolt, veneto

Comments are closed.




0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 Email -- 0 Flares ×