Cortina: Sorgente di cultura

0 Flares 0 Flares ×

D’estate, a Cortina, si soddisfa anche la sete di sapere. Dagli incontri in centro agli appuntamenti in quota, un evento culturale tira l’altro all’ombra dei Monti pallidi, dove anche la mente e lo spirito possono ancora respirare e trovare ristoro. Spesso cultura e bellezza naturale vivono in simbiosi, nutrendosi l’una dell’altra.

Appuntamenti in centro:

Domenica 16 luglio si inizia con Una Montagna di Libri. Alle ore 18.00, presso il Museo d’Arte Moderna Mario Rimoldi, Rosemary Nyirumbe racconterà le storie di oltre duemila bambine-soldato catturate dai miliziani dell’Esercito di Resistenza del Signore in Africa centrale e presenterà il libro Cucire la speranza, edito da Emi. Con quasi 50 incontri sino al 15 settembre, la XVI edizione – dedicata al tema Oltre Cortina – porterà tra le Dolomiti d’Ampezzo autori quali Hanif Kureishi, Camilla Läckberg e Alessandro Piperno, maestri dell’informazione come Bill Emmott e voci della cultura come Robert Pogue Harrison (www.unamontagnadilibri.it).

Dal 19 luglio sino al 6 settembre tornano i Mercoledì della cultura ladina che l’Union de i Ladis d’Anpezo propone gratuitamente a ospiti e concittadini per conoscere e approfondire la storia, l’arte e la cultura di Cortina e del popolo ladino in compagnia del professor Paolo Giacomel (www.cortinadolomiti.eu | www.ulda.dolomiti.org).

VenerdĂŹ 21 luglio alle ore 20.30 si terrĂ , all’Hotel Concordia, il primo incontro del Soroptimist Club Cortina sul tema Vaccini: incontro informativo; l’11 agosto alle ore 20.45, presso l’Alexander Girardi Hall, il Concerto di beneficenza in collaborazione con il Corpo musicale di Cortina a favore della onlus The Game Never Ends e il 12 agosto alle ore 18.00, presso il Grand Hotel Savoia, Adolescenti nella rete: Le insidie delle nuove tecnologie e l’immaginario prigioniero. Cyberbullismo, Blue Whale, Generazione H, Millennials: quali strumenti per le nuove famiglie? con Maria Rita Parsi – Psicoterapeuta. Membro Comitato ONU per i Diritti dei fanciulli e delle fanciulle – Elena Donazzan – Assessore all’Istruzione, formazione, lavoro e pari opportunitĂ  della Regione Veneto – Cristiana Clementi – Formatore Emotivo-Relazionale – e un rappresentante della Polizia di Stato (www.soroptimist.it/club/Cortina-D-Ampezzo/).

Sempre al Grand Hotel Savoia tornano ad agosto, alle ore 11.00, gli Aperitivi con l’autore a cura di Luciano Lucarini e Ennio Rossignoli, con protagonisti Maurizio Belpietro, Alessandro Sallusti, Marina Ripa di Meana, Magdi Cristiano Allam, Rosanna Lambertucci e molti altri ancora; alle ore 17.30, poi, gli appuntamenti con il professor Barilli e la Professoressa Serra, per conoscere alcuni argomenti d’arte e scrittura, in compagnia di grandi esperti quali Bernard Aikena (www.cortinadolomiti.eu | www.grandhotelsavoiacortina.it).

Il 19 agosto TEDxCortina sarà per la prima volta tra le vette della Regina delle Dolomiti. L’incontro seguirà un tema portante: “What’s Next”. TED – acronimo per Technology, Entertainment, Design – nasce nel 1984 in California (USA) come conferenza dedicata alla diffusione di idee meritevoli di condivisione. Speaker affermati a livello mondiale sono invitati a divulgare le loro idee con l’obiettivo di ispirare il pubblico. I TEDx sono eventi locali, organizzati in modo indipendente su licenza, che ne ripropongono la forma nel pieno rispetto del tessuto sociale e culturale che li accoglie: oggi si contano oltre 14.000 iniziative locali in oltre 165 paesi (www.tedxcortina.org).

Continuano le conferenze di Cortina Stelle al Planetario Nicolò Cusano, che sabato 29 luglio alle ore 18.00 vedranno il dottor Stefano De Vido (presidente Serere) parlare di Astronomia e fenomeni celesti nella Bibbia e sabato 5 agosto sempre alle ore 18.00 il professor Antonio Bianchini (UniversitĂ  di Padova) spiegare le relazioni tra Il clima e il potere del Sole (ingresso libero | www.cortinastelle.eu). Inoltre, il 13 e 20 luglio e il 31 agosto, proseguono le Visite al Planetario alle ore 18.00 con rappresentazione dei movimenti del cielo, dei pianeti e delle principali costellazioni al Planetario Nicolò Cusano e, dalle ore 21.30, osservazione del cielo stellato a occhio nudo e con i telescopi dell’Osservatorio del Col DrusciĂŠ “Helmut Ullrich” grazie al supporto tecnico e didattico di esperte guide dell’Associazione Astronomica Cortina. L’Associazione organizza, inoltre, tutti i martedĂŹ e i venerdĂŹ d’estate Visite diurne all’Osservatorio dopo una piacevole passeggiata lungo i sentieri dell’Astroring (Ritrovo ore 11.00 a Col DrusciĂŠ | Per maggiori informazioni rivolgersi al +39 348 3346585; +39 338 6163428 o info@cortinastelle.it). Anche il 16 luglio, in occasione del Tofana Day, dopo la tradizionale Santa Messa a Cima Tofana delle ore 11.00, si avrĂ  l’opportunitĂ  di conoscere il Sentiero dei pianeti e visitare l’Osservatorio (ritrovo alle ore 12.30 e alle ore 14.30) e di godere, dalle ore 13.00, di spettacoli circensi e musica a Cima Tofana e a Col DrusciĂŠ (www.freccianelcielo.com).

Cibo per la mente:

Il 27 luglio e il 3, 12, 17 e 24 agosto tornano le Astrocene al Rifugio Col DrusciĂŠ. Ritrovo ore 18.00 al Planetario per la lezione didattica; aperitivo in Rifugio alle ore 20.45 e, a seguire, cena con osservazione del cielo estivo e di Saturno grazie ai telescopi dell’Osservatorio (Per info e prenotazioni: Rifugio Col DrusciĂŠ | +39 0436 862372).

Domenica 6 agosto – durante l’inaugurazione dell’ampliamento del Museo all’aperto della Grande Guerra – il Rifugio Averau propone la rievocazione dei fatti bellici del 1917, in compagnia del professor Paolo Giacomel, esperto di storia locale. Nel corso dell’evento verranno distribuiti il “Caffè di Guerra” (surrogato di caffè a base di fichi secchi, inventato dall’esercito imperiale austriaco) e il rancio militare nelle gavette fornite dal comando generale truppe alpine di Bolzano: il cibo verrĂ  servito da una cucina da campo dell’Imperiale e Regio Esercito austro-ungarico, denominata “Gulaschkanonen” (Per info e prenotazioni: Rifugio Averau | + 39 0436 4660; +39 335 6868066).

Sempre il professor Paolo Giacomel accompagnerĂ  gli interessati in una visita guidata serale al Museo della Grande Guerra delle 5 Torri – a partire dalle ore 19.00 – in occasione delle Serate alternative del l 4, 11 e 18 agosto che offrono, inoltre, la possibilitĂ  di cenare presso i Rifugi Scoiattoli e Averau per poi scendere in seggiovia (seggiovia delle 5 Torri attiva dalle ore 19.00 alle ore 23.00 | Per info e prenotazioni: Rifugio Scoiattoli | +39 0436 867939 – +39 333 8146960; Rifugio Averau | + 39 0436 4660 – +39 335 6868066).

Mostre ed esposizioni:

Il Collezionista. Innamorarsi del Contemporaneo. 1941-2017

Dal 24 giugno al 15 ottobre

L’esposizione presso il Museo d’arte moderna Mario Rimoldi rievoca la prima “Mostra Italiana del Collezioni d’Arte Contemporanea”, voluta e supportata dal Ministero dell’Educazione Nazionale, che si svolse a Cortina d’Ampezzo nell’agosto del 1941. L’organizzazione di tale importante evento spettò al collezionista Mario Rimoldi, il quale da sempre aveva incoraggiato i giovani pittori. Secondo il bando di concorso emesso dal Ministro dell’Educazione Giuseppe Bottai, infatti, i collezionisti poterono prendervi parte esclusivamente con opere di autori italiani contemporanei. Furono selezionate 526 opere di 76 artisti su 854 pervenute. La qualità delle opere confermò il meglio delle possibilità artistiche dell’Italia di quegli anni e documentò il rinato interesse del collezionista privato nei confronti dell’arte italiana moderna (chiuso il lunedì; ad agosto, aperto tutti i giorni dalle ore 10.30 alle 12.30 e dalle 16.00 alle 20.00 | www.musei.regole.it).

Creazioni Veneziane a Cortina d’Ampezzo

Dal 24 giugno al 15 ottobre

Al Museo Etnografico delle Regole d’Ampezzo Rosanna Basilio espone arazzi, vetri, sculture e pitture: teorie d’arte assimilate, rivissute e ricomposte in una prassi che è tipica dell’arte veneziana. Il colore veneto è allusivo come le distanze lagunari, eppur sempre smagliante di vita. Rosanna Basilio si è applicata nella drapperia di alto stile, nell’arazzo anche con materiali preziosi e metallici ottenendo splendidi effetti cromatici e materici. Per anni ha dato vita a particolari vasi di vetro policromi e poliformi. È inoltre una fine interprete di nudo femminile e nature morte sia in grafica, sia in acquerello. Alcune opere dell’artista sono esposte anche all’entrata del Museo paleontologico (chiuso il lunedì; ad agosto, aperto tutti i giorni dalle ore 10.30 alle 12.30 e dalle 16.00 alle 20.00 | www.musei.regole.it).

Museo Paleontologico “Rinaldo Zardini”

Dal 24 giugno al 15 ottobre

Ogni giovedì, alle ore 17.30, sarà presente un esperto per effettuare alcune visite guidate presso il Museo che racchiude milioni di anni di storia. Si tratta di una delle più consistenti collezioni di fossili oggi esistenti: gusci di invertebrati marini, coralli, spugne. Si deve al ricercatore ampezzano Rinaldo Zardini la sistematica raccolta dei fossili in tutta l’area dolomitica, la loro catalogazione e organizzazione in una collezione, che testimonia l’evoluzione geologica delle Dolomiti. Nel corso degli anni la raccolta si è arricchita per merito di altri appassionati, che hanno portato alla luce nuovi e assai preziosi esemplari di fossili, anche vegetali. Questi interessantissimi ritrovamenti tengono aperta la strada della conoscenza scientifica: il Museo Paleontologico risulta così un’entità viva e in continua evoluzione (chiuso il lunedì; ad agosto, aperto tutti i giorni dalle ore 10.30 alle 12.30 e dalle 16.00 alle 20.00 | www.musei.regole.it).

La negazione della disciplina della ragione

Dal 17 luglio al 17 settembre

Nella nuova mostra fotografica presso l’Ikonos Art Gallery, Stefano Zardini trasfigura i paesaggi dolomitici in spazi onirici e surreali, espressione del desiderio e della tensione verso mondi immaginari e conturbanti. Il 25 agosto, alle ore 18.00, il cocktail e l’incontro con l’autore (aperto tutti i giorni dalle ore 11.00 alle 13.00 e dalle ore 17.00 alle 20.00 | ingresso gratuito | www.stefanozardini.com).

L’Eredità di Falcone e Borsellino

Dal 19 luglio al 15 ottobre

La mostra fotografica dedicata ai giudici Falcone e Borsellino, a cura dell’ANSA in collaborazione con Miur e Associazione nazionale magistrati, giunge a Cortina all’Alexander Girardi Hall dopo aver toccato 20 Capoluoghi di Regione ed essere stata allestita in 20 scuole, creando un “percorso di educazione alla legalità”. Attraverso circa 150 foto e 26 pannelli, l’esposizione racconta la storia di Giovanni Falcone e Paolo Borsellino dall’adolescenza a Palermo alle stragi del 1992. Le immagini sono affiancate da riproduzioni dei “dispacci” ANSA relativi ai fatti che hanno contrassegnato drammaticamente quegli anni. Foto, notizie di agenzia e testi in mostra hanno trovato posto all’interno di un libro, curato da ANSA in collaborazione con il MIUR, con 110 fotografie in 140 pagine. Inaugurazione il 19 luglio alle ore 18.00 presso l’Alexander Girardi Hall (www.ansa.it).

Teatro delle Dolomiti:

Dopo il grande successo delle scorse edizioni, la Compagnia (S)legati e il Comune di Cortina d’Ampezzo presentano la terza edizione del Teatro delle Dolomiti. Dal 19 al 31 luglio, Mattia Fabris e Jacopo Maria Bicocchi presenteranno gli spettacoli “Un alt(R)o Everest” e “(S)legati” nei Rifugi Lagazuoi, Dibona, Mietres, Scoiattoli oltre che all’Hotel Villa Argentina e in piazza Angelo Dibona. Quest’anno la Compagnia avvierà, inoltre, una nuova attività in collaborazione con le Guide Alpine Cortina: il Teatrekking, un trekking, intervallato da quattro momenti di racconto teatrale attorno ai grandi temi della montagna e dell’alpinismo (www.compagniaslegati.com).

L’Antico nelle Dolomiti:

La manifestazione dedicata all’antiquariato, collezionismo e artigianato, organizzata dall’Associazione Cortina For Us con la collaborazione di Gianni Brandozzi e con il patrocinio del Comune di Cortina d’Ampezzo, si svolgerĂ  dal 28 al 30 luglio in via Marconi. Il Mercatino coinvolgerĂ  numerosi professionisti del settore, con oggetti in grado di affascinare gli appassionati di antichitĂ  o di modernariato, di rigatteria ed artigianato artistico. Dai mobili ai dipinti, alle ceramiche, agli orologi, agli strumenti, musicali e scientifici; dagli argenti ai gioielli, ai vetri, ai libri, alle vecchie riviste e ai giocattoli; dalle radio, alle chiavi da collezione, alla biancheria antica: un mondo di oggetti che attraversano secoli per raccontare una, cento, mille storie e accendere la speranza di trovare l’occasione favolosa (www.mercatiniantiquari.com).

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 Email -- 0 Flares ×

Comments are closed.




0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 Email -- 0 Flares ×