Cortina, la Finanza mette i sigilli a garage e appartamenti

0 Flares 0 Flares ×

Una decina di appartamenti con relativi garage è stata messa sotto sequestro a Cortina, nell’ambito della indagine della Guardia di Finanza di Treviso per una mega evasione fiscale nel settore dei mobili.
E’ il risvolto cortinese di una vasta inchiesta che ha messo nei guai i rappresentanti legali di due noti mobilifici della Marca, la Jesse di Francenigo e la Zaccariotto cucine di Gaiarine. Le Fiamme Gialle accusano i titolari, Mario Zaccariotto e Alessandro Jesse di aver nascosto ricavi per 102 milioni di euro, eludendo il pagamento dell’Iva per 32 milioni di euro.

L’indagine è partita a fine novembre ed è culminata con le perquisizioni che hanno permesso di svelare caveau nascosti, stanze segrete contenenti contanti, documentazione «strettamente riservate» che riassumevano tutte le operazioni in nero, perfino decine di «fuoribusta» destinate ad operai specializzati.
L’operazione è stata chiamata «Coat rack», letteralmente «appendiabiti», perchè proprio dietro agli appendini degli uffici delle due aziende erano cammuffate le porte di accesso ai nascondigli.

Le Fiamme Gialle della polizia tributaria di Treviso hanno passato al setaccio le migliaia di file e documenti nei caveau, scoprendo che le due società, con modi e proporzioni diverse, avevano acquistato e ceduto beni operando un vero e proprio mercato parallelo a quello che risultava dai registri contabili.
Una gestione occulta e fiorentissima che comprendeva anche la retribuzione in nero di molti operai specializzati. Secondo le Fiamme Gialle le due aziende avrebbero impiegato in maniera irregolare la bellezza di 434 lavoratori, pagandoli in parte secondo quanto previsto dai contratti di assunzione ufficiali e in parte attraverso dei fuoribusta che molto spesso arrivavano a toccare quota 9.311 euro all’anno. Il tutto per oltre 27 milioni di euro di pagamenti in nero, pari a 5 milioni di euro di ritenute mai pagate. Dopo aver ricostruito quello che avrebbe dovuto essere il reale flusso di incassi di Jesse e Zaccariotto Cucine, la Finanza ha sequestrato beni immobili per un equivalente di 13 milioni di euro: le abitazioni dei due legati rappresentanti delle aziende, a Sacile e Treviso, oltre agli appartamenti di Cortina. Zaccariotto e Jesse sono stati denunciati per dichiarazione fraudolenta.

Ancora una volta Cortina sale all’attenzione della cronaca per questioni fiscali: non è il primo sequestro di abitazione, ville o appartamenti operato nella conca ampezzana a personaggi dell’imprenditoria italiana, finiti nei guai per evasioni fiscali, truffe o altro. E le loro case di Cortina vanno a finire nella rete dei sequestri.

Fonte: Corriere Delle Alpi

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 Email -- 0 Flares ×

Tags: Cortina, fisco, perquisizioni, sigilli garage appartamenti

Comments are closed.




0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 Email -- 0 Flares ×