Cortina InCroda presenta la Quinta edizione

0 Flares 0 Flares ×

Cortina InCroda presenta la Quinta edizione.

 stemma 2013

Cresce l’attesa per la quinta edizione di Cortina InCroda che prenderà il via venerdì 5 luglio al teatro Alexander Girardi di Cortina d’Ampezzo.

Tante le novità dell’edizione 2013 della rassegna presieduta dallo Scoiattolo Mario Lacedelli che fin dall’inizio unisce in un giusto mix poesia, adrenalina, scrittura, cinema, musica, montagne, sogni, avventura, tecnologia, giornalismo, personaggi, ricordi e futuro.

Cortina InCroda quest’anno si tinge di arancione a comunicare la passione per la montagna ed avrà come opinionista Marco Albino Ferrari, vincitore del Premio Montagna Cortina d’Ampezzo 2012 con “Alpi Segrete”. Nel 2001 Ferrari ha fondato la rivista “Meridiani Montagne”, di cui è attualmente direttore. Ha scritto sceneggiature per la radio, realizzato documentari e – negli anni Novanta – diretto il mensile “Alp”. Ha collaborato con la casa editrice Einaudi e curato la collana “I Licheni” per Vivalda Editori. Scrive per “La Stampa”. Tra i suoi libri: Frêney 1961 (Vivalda Editori 1996); Il vuoto alle spalle (Corbaccio 2000); Terraferma (Corbaccio 2002); In viaggio sulle Alpi (Einaudi 2009); La sposa dell’aria (Feltrinelli 2010); Racconti di pareti e scalatori (Einaudi 2011, a cura di); Alpi segrete (Laterza 2011); La via del lupo (Laterza 2012).

La rassegna Cortina InCroda è partita nel 2009 tinta di rosso a festeggiare gli Scoiattoli di Cortina che compivano 70 anni con Mauro Coronanella veste di opinionista, si è poi passati all’azzurro, tributo a Cortina, conErri De Luca e al rosa, omaggio alle donne, conDacia Maraini, per arrivare al verde che ha colorato la valle ampezzana lo scorso anno con Alessandro Gogna come opinionista. Quest’anno il colore sarà l’arancione e durante tutta l’estate saranno raccontate imprese alpinistiche e sportive con un punto di riferimento ben preciso: l’Inghilterra. Alpinisti e climber inglesi saranno ospiti sul palco di Cortina InCroda per raccontare la passione per la montagna del Regno Unito.

«Sono onorato di prendere il testimone di opinionista che fu di Corona, De Luca e della Maraini, da Gogna», dichiara Marco Albino Ferrari, «e di rappresentare la kermesse dedicata alla passione per la montagna. La montagna infatti ha fatto parte della mia vita fin dall’infanzia. Mi ricordo che da giovani Uscivamo dai rifugi alle tre, e con il favore del gelo notturno che compattava la superficie dei ghiacciai camminavamo veloci verso la cima del giorno. Insieme a un gruppo di amici alpinisti, scanzonati e un po’ maldestri nella vita, tirammo avanti così per tutte le estati dei nostri vent’anni. Ero invaghito dall’idea di salire, di guardare il mondo dall’alto come se da lassù con un solo sguardo si potesse abbracciare l’insieme delle cose. Erano gli anni giovanili, quelli delle certezze ingannevoli. Ora preferisco andare il più possibile in bicicletta che mi permette, a dispetto di un orizzonte meno vasto, di osservare il mondo da vicino. Un mondo, come quello alpinistico che a Cortina InCroda, osservano e raccontano con fantasia, spensieratezza, senza eccessi, senza troppe auto celebrazioni, facendo divertire il pubblico e gli ospiti. La rassegna giunge ad un importante traguardo, cinque anni, e sono orgoglioso di partecipare all’avventura 2013 con uno staff altamente professionale che si impegna per proporre a Cortina un modo diverso di conoscere la montagna. Ringrazio Lacedelli e tutti i soci di Cortina InCroda per aver pensato a me come opinionista».

E sono orgogliosi a Cortina InCroda del fatto che Ferrari abbia accettato di essere l’opinionista. «E’ un onore che Marco Albino Ferrari abbia accettato di essere il nostro opinionista», dice Mario Lacedelli, «un ruolo che abbiamo sempre voluto riservare a personalità di spicco della cultura di montagna. La sua presenza darà un valore aggiunto a tutto il programma di questa quinta edizione di cui siamo particolarmente soddisfatti. Siamo riusciti a proporre una rassegna che ruoterà attorno all’alpinismo inglese: un tema che volevamo affrontare da tempo e che riserverà delle belle sorprese al pubblico. Abbiamo tanti ospiti che racconteranno al nostro pubblico la montagna in diverse sfaccettature, dagli 8.000, alle fessure, al buolder a tanti latri aspetti dello sport in verticale».

Cortina InCroda ha da poco rinnovato il consiglio dell’associazione. Mario Lacedelli è stato confermato presidente. Nel ruolo di vice eletto un altro socio fondatore: Federico Michielli e come segretaria-tesoriere c’è Alessandra Segafreddo. Restano poi i soci fondatori Marco Ghedina, Alessandro Manaigo, Mauro De Biasi e Paolo Tassi ed entrano Alessandro Menardi, Giorgio Constantini, Anna Bosetti e Gabriele Dallago.

Dall’Inghilterra a Cortina InCroda durante l’estate arriveranno Sandy Allan, l’alpinista scozzese, autore dell’impresa del luglio scorso sul Nanga Parbat, un’impresa memorabile portata avanti con Rick Allen. Ci saranno poi Tom Randall e Pete Whittaker, che racconteranno l’arte dell’arrampicata in fessura. E ancora Jerry Moffat che ha ripetuto praticamene tutto quello che c’era da ripetere negli Stati Uniti, Germania e Francia e, mentre lo faceva, è diventato uno dei primi arrampicatori professionisti al mondo. E poi ci saranno James Paerason e Carolina Ciavaldini che insieme, tra le altre mille performance di Pearson, hanno scalato le vie più difficili della Sardegna. E per chiudere la ricca carrellata di ospiti ci sarà spazio alla storia dell’alpinismo con Andy Cave che nel 1997 realizzò la strepitosa e coraggiosa prima ascensione di una delle pareti più difficili, temute e verticali al mondo: la Nord del Changabang e con Simon Yatesuno degli scalatori inglesi più conosciuti del mondo non solo per il suo alpinismo ad alto livello, ma anche – e soprattutto – per essere l’uomo che tagliò la corda di Joe Simpson durante la fatidica spedizione del 1985 sul Siula Grande, in Perù. Un’avventura resa celebre dal libro “La morte sospesa” di Simpson dal quale fu realizzato un film documentario nel 2003 dal regista Kevin Macdonald.

Durante l’estate saranno poi proiettati i film di montagna premiati al Trento Film Festival e tornerà lo Show con uno spettacolo di Flamenco in programma il 23 agosto.

Due i momenti che anticiperanno l’avvio dell’estate di Cortina InCroda.

A Trento martedì 30 aprile si consoliderà nuovamente la collaborazione che lega da alcuni anni il Trento Film Festival a Cortina InCroda. Lo staff di Cortina InCroda presenterà a Trento tute le novità e il programma della rassegna.

A Cortina d’Ampezzo venerdì 17 maggio sarà il Trento Film Festival ad essere ospite dell’associazione ampezzana. La più antica rassegna mondiale di cinematografia dedicata alla montagna tornerà a Cortina InCroda per assistere alla presentazione del ricco palinsesto della manifestazione dell’estate ampezzana, che fin dalla sua prima edizione annovera il Trento Film Festival tra le istituzioni partner.

Cortina InCroda: una manifestazione realizzata con il contributo del Comune di Cortina d’Ampezzo in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura.

Organizzazione: Associazione Culturale CortinainCroda.

Partner: Cortina Turismo.

Cortina InCroda:

Presidente: Mario Lacedelli.

Vice Presidente: Federico Michielli

Curatori: Mario Lacedelli, Marco Ghedina, Alessandra Segafreddo.

Videomaker: Alessandro Manaigo.

Web Editor: Mauro De Biasi.

Scenografie Allestimenti: Alessandro Menardi

Staff organizzativo: Paolo Tassi, Giorgio Constantini, Gabriele Dallago, Anna Bosetti.

Sono a vostra disposizione per qualsiasi chiarimento.

Alessandra Segafreddo

Ufficio Stampa Cortina InCroda

339 1219998 o 0435 32119.

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 Email -- 0 Flares ×

Comments are closed.




0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 Email -- 0 Flares ×