COOKING FOR ART: IL GUSTO SCALA LA MONTAGNA

0 Flares 0 Flares ×

COOKING FOR ART

IL GUSTO SCALA LA MONTAGNA

 

Il meglio della cucina ampezzana torna protagonista di Cooking for Art,

l’evento gourmet di scena nella capitale dal 20 al 22 ottobre.

Al Baita Fraina, il Tivoli – unico stellato di Cortina –

e Baita Piè Tofana, presenti a Roma già lo scorso anno, si uniranno due speciali new entry:

Marco Badalucci del Cristallo Hotel Spa e Golf e Luigi Dariz del Rifugio Piezza da Aurelio.

Showcooking, ma non solo: per chi vorrĂ  conoscere gli aspetti piĂš insoliti e curiosi della montagna,

saranno organizzate classroom aperte al pubblico.

Per prenotare in esclusiva il proprio biglietto basterĂ  collegarsi al sito www.cortina.dolomiti.org

Cortina, 9 ottobre 2012_Ci sarà ancora Cortina d’Ampezzo tra i grandi protagonisti della terza edizione di Cooking for Art, l’evento gourmet in programma a Roma alle Officine Farneto dal 20 al 22 ottobre 2012.

La terza edizione ospiterà due importanti new entry nella consolidata squadra di chef ampezzani, quelle di Marco Badalucci del Cristallo Hotel Spa e Golfe di Luigi Dariz del Rifugio Piezza da Aurelio, due nomi in grado di impreziosire la già quotata pattuglia della cucina ampezzana all’evento Metedimontagna. Torneranno a deliziare i palati anche altri tre grandi nomi ampezzani: Alessandro Menardi del RistoranteBaita Fraina, Eddy Calzà del Ristorante Baita Piè Tofana e lo stellato Graziano Prest del Ristorante Tivoli.

Un’occasione per scoprire i sapori e la tradizione, l’innovazione culinaria e la fantasia di questi artisti del gusto in un contesto dove la montagna sarà al centro dell’attenzione. La Regina delle Dolomiti “esporterà” a Roma le proprie eccellenze in materia di gastronomia con elaborazioni e rivisitazioni di piatti tradizionali, esaltando, con le proprie proposte, un evento che raccoglie ottimi consensi grazie anche al formato dello showcooking. Un’opportunità unica per assistere in prima linea alla maestria degli chef.

Fuoco ai fornelli sabato 20 ottobre quando, ad aprire le performance, ci saranno Graziano Prest, Eddy Calzà e Luigi Dariz, i primi a esibirsi, alle ore 12.00. Domenica 21, alle ore 17.00, bis per Graziano Prest, accompagnato questa volta da Alessandro Menardi e Marco Badalucci. Nessun primato in gioco, solo la voglia di fare squadra e stimolare la curiosità sulle tipicità e varietà di un territorio che ha nella gastronomia uno dei suoi valori aggiunti. Durante l’evento, curato dal critico gastronomico Luigi Cremona, sarà premiato il miglior Chef emergente 2012, nella finale che vedrà contrapposti “nord”, “centro” e “sud” in rappresentanza di 12 territori, 6 cucine delle minoranze, 23 chef di montagna e 12 chef della capitale. Il vincitore rappresenterà l’Italia al Summit della Cucina Italiana nel Mondo a Hong Kong il prossimo novembre.

Una due giorni romana di grande importanza, costruita sui colori, i profumi, le immagini e i sapori della montagna, un manifesto del turismo più prestigioso e variegato che fa pregustare l’accoglienza che hotel, ristoranti e rifugi sanno dare agli appassionati delle vette più belle d’Italia. Oltre ai piatti degli chef anche rassegne fotografiche, artigianato e incontri. Per raccontare la montagna saranno organizzate classroom aperte al pubblico e Cortina avrà l’opportunità di raccontare la ricchezza del territorio e dare un delizioso assaggio della stagione invernale ormai alle porte.

Per ogni showcooking, uno al sabato e uno alla domenica, i posti disponibili al pubblico saranno 50, sul sitowww.cortina.dolomiti.orgsi possono prenotare in esclusiva i biglietti (il costo è 10 euro) per l’ingresso e il gettone che dà la possibilità di accedere al corner degustazioni.

E per approfondire i temi e le proposte di Cortina sarà allestito un salotto per raccontare l’offerta invernale. Per l’occasione, chi si registrerà al desk di Cortina, o parteciperà alla classroom, avrà la possibilità di vincere un weekend da trascorrere sulle montagne ampezzane.

INVITO

La stampa interessata a intervenire potrà accedere all’evento gratuitamente sole se accreditata (v. contatti). È inoltre possibile riservare dei porti agli showcooking.

Domenica 21 ottobre alle ore 12.00 Cortina d’Ampezzo offre un assaggio della stagione invernale 2012-2013 e si racconta tra novità, eventi, e proposte da assaporare tra le Dolomiti Ampezzane: un contesto unico e indimenticabile. Per tutti i partecipanti la possibilità di vincere un weekend a Cortina d’Ampezzo.

Profili chef e piatti showcooking

Marco Badalucci (Cristallo Hotel Golf & Spa) – Tra i nomi emergenti della cucina made in Italy, vanta numerose collaborazioni con i ristoranti piĂš acclamati e da anni è executive chef dei quattro ristoranti dell’unico 5 stelle Lusso delle Dolomiti. Ricerca, creativitĂ , un sapiente mix tra innovazione e tradizione le basi della sua proposta.

 

Il piatto per Coking for ArtTagliata di carne cruda di cervo con salsa di pistacchi, fragoline di bosco al profumo d’aneto e insalatina di carciofi e germogli

Eddy CalzĂ  (Ristorante Baita Piè Tofana) – Tecniche di cottura all’avanguardia, materie prime di qualitĂ , moderne attrezzature e, non ultimo, il fatto di non perdere mai di vista la tradizione. Un’altra cosa che condiziona il suo modo di vedere la cucina è la passione per la musica.

Il piatto per Coking for ArtPolenta integrale di Storo, formaggio di malga Zigar, uova e funghi Cantarelli

Luigi Dariz (Ristorante da Aurelio) – La leggerezza e la semplicità dei piatti contraddistinguono il suo stile come tradizionale e allo stesso tempo creativo, caratteristiche sviluppate anche grazie a un’esperienza in Gran Bretagna. Il punto di partenza è sempre la freschezza dei prodotti e l’altissima qualità degli ingredienti.

Il piatto per Coking for ArtRaviolone con doppio ripieno alla rapa rossa e caprino

Alessandro Menardi (Ristorante Baita Fraina) – Un autodidatta formato sul campo, caratterizzato da una cucina essenziale ma curata, saldamente ancorata alle tradizioni locali. L’utilizzo di materie prime di qualità, provenienti del territorio, e la riproposta delle ricette della nonna conferiscono ai suoi piatti note di antichi sapori combinate a una ricercata leggerezza.

Il piatto per Coking for ArtTortello ripieno al maialino da latte con crema di lattuga, burro d’alpeggio e “ciariè”

Graziano Prest (Ristorante Tivoli) – La materia prima viene elaborata con passione, cercando di volta in volta risultati diversi di eccellenza. Ama i piatti solidi per una cucina concreta e riconoscibile: pochi ingredienti ben calibrati e ben presentati senza voler stupire a tutti i costi.

Il piatto per Coking for ArtInsalata di barbabietola agrodolce con crumble integrale e gelato alla ricotta del Cansiglio. Uovo fritto in crosta di polenta con porcini e fonduta leggera

La location

Nel centro del Parco Monte Mario, le Officine Farneto (via Monti della Farnesina, 77, www.officinefarneto.it), ex Magazzini di Casermaggio al Foro Italico, hanno cambiato aspetto e uso negli ultimi 75 anni, passando dalla funzione di magazzini a fabbrica, da uffici a showroom. Edificio unico nel suo genere a Roma, mantiene un fascino architettonico particolare nonostante le numerose modifiche del progetto originale di Enrico Del Debbio.

Cooking for Art

La terza edizione di Cooking for Art si svolgerà sabato 20 e la domenica 21 con l’evento Metedimontagna dedicato allo stile ed il gusto della montagna, mentre lunedì 22 (giornata riservata agli operatori) al mattino si svolgerà in anteprima la presentazione della Guida Alberghi & Ristoranti d’Italia 2013 di Touring Editore. Nel corso del pomeriggio, l’attesa Finale Nazionale del Premio Miglior Chef Emergente d’Italia.

 

Officine Farneto, via Monti della Farnesina 77, Roma

Orario: 12-21 sabato e domenica, 10-18 lunedĂŹ

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 Email -- 0 Flares ×

Comments are closed.




0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 Email -- 0 Flares ×