Blitz a Cortina, l’Agenzia delle Entrate fa retromarcia: «Non forniremo dati»

0 Flares 0 Flares ×

Non si placa la battaglia del sindaco di Cortina (Belluno), Andrea Franceschi, per ottenere dall’Agenzia delle Entrate i risultati completi dei controlli fiscali effettuati da una task force delle Entrate il 30 dicembre scorso nella località turistica ampezzana.

L’ultimo capitolo è la lettera inviata oggi dallo stesso sindaco all’Agenzia delle Entrate e al direttore Attilio Befera alla luce del fax ricevuto dal primo cittadino, a firma dello stesso Befera, che, dopo una spiegazione sull’attività e sui metodi utilizzati per i controlli, in merito ai risultati delle verifiche a Cortina ha scritto che le norme vigenti impediscono di comunicare i dati richiesti da Franceschi con una lettera del 9 gennaio scorso.

«Durante la trasmissione televisiva “L’Arena” dell’8 gennaio, il portavoce e capo settore della comunicazione dell’agenzia delle entrate, dottoressa Antonella Gorret – ricorda oggi il sindaco, commentando la risposta -, aveva dichiarato davanti a milioni di italiani che l’Agenzia delle Entrate è un’istituzione pubblica che non manipola i dati e aveva garantito che gli stessi sarebbero stati forniti nel corso della settimana successiva. Questa retromarcia è veramente molto strana e ci rafforza ancor di più nella convinzione che i dati medi dimostrerebbero chiaramente che il sistema imprenditoriale e sociale di Cortina d’Ampezzo è complessivamente sano e ben distante da certe raffigurazioni fatte da alcuni organi di informazione. L’Agenzia delle Entrate è un’istituzione pubblica e ci attendiamo che nei confronti di un’altra istituzione pubblica ci sia assoluta trasparenza. Pertanto chiediamo con serenità e fermezza che sia fatta luce sull’intera vicenda».

Fonte: IlGazzettino.it

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 Email -- 0 Flares ×

Tags: agenzia delle entrate, andrea franceschi, blitz, Cortina, sindaco

Comments are closed.




0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 Email -- 0 Flares ×