APPUNTAMENTI “A CENA CON LA STORIA” AL RISTORANTE IL CAMPANILE

0 Flares 0 Flares ×

APPUNTAMENTI “A CENA CON LA STORIA”

AL RISTORANTE IL CAMPANILE

Dopo le cene stellate di “Colortaste. La cucina si fa arte”,

arrivano gli appuntamenti “A cena con la Storia” al Ristorante Il Campanile.

Alla Club House del Cortina Golf, un intenso programma di cene a tema per ripercorrere a tavola

la storia della cittadina ampezzana.

Il professor Paolo Giacomel introdurrà le quattro serate ispirate alla tradizione culinaria d’epoca romana, della Repubblica veneziana, del periodo asburgico e degli anni del primo conflitto mondiale.

Venerdì 27 settembre primo imperdibile appuntamento con un menù ispirato al ricettario dello storico romano Apicio: pasta alle olive “Epitrium”, formaggio “moretum”, grongo al “defrutum” e tortini di mele cotogne.

Cortina d’Ampezzo, 13 settembre 2013_ Dopo la cena a quattro mani con lo chef stellato Stefano Baiocco nell’ambito di Colortaste. La cucina si fa arte, il Ristorante Il Campanile propone gli appuntamenti A cena con la Storia alla Club House del Cortina Golf a Cortina d’Ampezzo.

L’epoca romana, la Repubblica di Venezia, il periodo asburgico e gli anni del primo conflitto mondiale: la storia ampezzana in quattro momenti che diventeranno protagonisti di altrettanti menù. Gli appuntamenti a tavola ispirati a quattro distinte tradizioni culinarie saranno introdotti dal professor Paolo Giacomel che racconterà alcuni episodi e aneddoti delle rispettive epoche storiche.

Regista degli eventi gastronomici, lo chef Matteo Siorpaes, figlio d’arte di Sandro e Paola del Rifugio Averau. «Ogni piatto» spiega lo chef «si ispirerà alle ricette antiche offrendone un’interpretazione personale»: una rielaborazione che rispecchierà l’estro e l’originalità dello chef.

Primo imperdibile appuntamento venerdì 27 settembre, con una selezione di portate tratte dal vastissimo ricettario di Apicio, storico d’epoca romana. Pasta alle olive “epitrium”, formaggio “moretum”, verdure al “garum”, grongo al “defrutum” e tortini di mele cotogne: tutto riporterà a sapori e atmosfere d’altri tempi, saperi salvati dalla parola scritta e riportati in vita in questa speciale occasione.

Venerdì 4 ottobre, invece, sarà il momento della Serenissima Repubblica di Venezia; l’autorità da seguire: il Maestro Martino da Como, massimo esponente dell’alta cucina del tempo e autore di un ricettario impareggiabile per varietà e ricchezza. Tra le pietanze: pastello “in pignatta”, pavone “con agresto” e torta bianca.

Venerdì 11 ottobre sarà la volta degli Asburgo e della cucina tirolese, ma non quella oggi conosciuta dai più: in un viaggio esplorativo, si eviterà il banale per riscoprire ricette un tempo molto popolari. La serata vedrà la speciale partecipazione degli Schützen-Šizar di Cortina d’Ampezzo, compagnia che rievoca l’antica milizia volontaria asburgica.

E per chiudere in bellezza, venerdì 18 ottobre un evento particolare, liberamente ispirato al primo conflitto mondiale. Le tracce e i ricordi ancora vivi della Grande Guerra, meriteranno infatti un trattamento iconico: un viaggio attraverso i simboli evocati dai racconti di un momento storico indelebile.

Le parole prenderanno dunque forma concreta in portate fortemente allusive, con cappelli d’alpino tutti da assaporare, gavette a sostituire i tradizionali piatti di servizio e cimeli gentilmente prestati dagli Alpini del Gruppo Cortina.

Un’esperienza multisensoriale, dunque, che merita da sola la scoperta di una cucina che sposa sapori tipici e un tocco sapiente di fantasia.

Info e prenotazioni:

Ristorante Il Campanile | + 39 333 1020638

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 Email -- 0 Flares ×

Comments are closed.




0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 Email -- 0 Flares ×