«Campionato falsato», e il Cortina schiera tutti gli stranieri a disposizione

0 Flares 0 Flares ×

La Sportivi Ghiaccio Cortina ha aspettato la riunione della Lega Italiana Hockey Ghiaccio, svoltasi questa mattina a Bolzano, per prendere una decisione su quanti giocatori stranieri far giocare nelle prossime gare di play off.

«Abbiamo constatato che e il Valpellice, nostro avversario ai quarti di finale (gara uno è prevista questa sera alle 20.30 all’Olimpico), non ha nessuna intenzione di rivedere le sue decisioni e di rispettare il patto, stipulato a livello di Lega, che prevedeva il tetto massimo di nove giocatori stranieri a roster», ha commentato il presidente della Sportivi Ghiaccio Cortina Sandro Moser. «Il campionato italiano, di conseguenza, è falsato, e lo sono ancora di più i play off che iniziato questa sera. Da ciò deriva la decisione della Sportivi Ghiaccio Cortina di giocare anch’essa, per questi quarti di finale, con tutti gli stranieri a disposizione, che sono dieci, senza lasciare nessuno in tribuna per turnover».

«Da parte nostra», ha concluso Moser, «appoggiamo in pieno l’attività che è stata svolta in questi anni dalla Lega e siamo convinti che la Lega debba continuare ad esistere. Ma non possiamo accettare di affrontare squadre, come il Valpellice, che non rispettano i patti. Ormai per questa stagione il campionato e i risultati delle partite saranno falsati dalle decisioni di Valpellice e Pontebba di giocare con più stranieri di quanti non ne prevedesse l’accordo fra società, ma dal prossimo anno non potremo esimerci dal stabilire regole chiare fin dall’inizio e dal trovare mezzi idonei per farle rispettare».

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 Email -- 0 Flares ×

Tags: campionato falsato, Cortina, hockey, sportivi ghiaccio cortina

Comments are closed.




0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 Email -- 0 Flares ×